Grazie ad Adam Kay, noto Whip Maker italiano, che ci spiega come sono fatte esternamente le Fruste da BDSM.

ANATOMIA ESTERNA DELLE FRUSTE SINGOLE (che si usano nel SM).
Esteriormente le fruste singole, di ogni genere, appaiono tutte formate da una impugnatura, un corpo della frusta affusolato e terminano con un elemento che genera lo schiocco denominato Cracker o Popper , tranne alcuni tipi che non sono concepite per generare schiocchi.
I modelli di frusta singola più usati nel SM sono la Bull whip, la Snake whip e la Signal Whip, si tratta in realtà di “Baby whips”, ossia fruste più corte del normale, sottodimensionate al fine di renderne l’utilizzo più sicuro e praticabile anche in luoghi chiusi. Molti whipmakers usano costruire la parte più interna di queste piccole fruste, detta Core, appesantendola con dei fini pallini di piombo da sparo, tale tecnica è appunto detta Shot Leaded Core e serve a conferire alla frusta bilanciamento e dinamicità ottimali cagionando uno svolgimento della frusta più fluido nell’aria, una maggiore precisione nel target e una maggiore potenza nello schiocco, qualità difficili da ottenere in fruste piccole e nervose ma leggere.

image

image
Volendo descriverle, partendo dalla parte che si impugna, esse cominciano tutte da un laccio da polso per appendere la frusta e impedire che essa cada al suolo nel caso essa ci sfugga di mano, il laccio è collegato al pomello che favorisce una salda presa all’inizio dell’Impugnatura che nel caso della Bull whip è rigida, mentre nel caso della signal whip e della snake whip è costituito dalla prima sezione del Corpo della frusta, più “nervoso” del resto ma comunque flessibile, nella Signal whip alla fine del corpo della frusta, intrecciato assieme alle ultime strisce che costituiscono l’intreccio esterno (overlay) c’è il Cracker che è l’elemento che genera lo schiocco, nella Bull whip e nella Snake whip alla fine del corpo della frusta troviamo una striscia di cuoio affusolata, lunga circa 60, 70 cm legata al Corpo della frusta per mezzo delle strisce che costituiscono l’intreccio esterno con un nodo denominato Fall hitch, studiato per agevolare la sostituzione del Fall che, a causa della naturale usura cagionata dallo stress degli schiocchi, può rompersi più volte e accorciarsi fino a non poter essere più usato, in vetta a tutto, legato al Fall con un “nodo bandiera” o altri nodi di sicura tenuta ma che si possono sciogliere facilmente all’occorrenza, troviamo il Cracker che è costituito da un cordino ritorto su se stesso, in origine di crine di cavallo e ora di nylon o altri materiali naturali o sintetici, anche il cracker e molto di più del Fall, subisce l’usura dovuta allo stress dello schiocco, inoltre, se non si è troppo bravi nell’utilizzo della frusta, sovente si lega in modo talmente serrato che è necessario sostituirlo, la necessità di sostituire il Cracker si presenta anche quando si desidera frustare con la stessa frusta più sottomessi/e, per ovvie ragioni igieniche. Per le ragioni che precedono, il cracker è legato con il citato “nodo bandiera” che permette l’immediata sostituzione del Cracker ogni volta che si presenta la necessità. Come tutti i nodi di collegamento a “sgancio” rapido, il “nodo bandiera” può sciogliersi e lasciare andare il cracker, succede spesso le prime volte, in più è un collegamento nylon-cuoio e lo sa bene chi possiede scarpe con lacci di cuoio, finchè non prendono la “forma” si sciolgono ogni 500 metri fatti a piedi… e così fa il nostro “simple bend knot”, un trucco che può aiutare a tenere la forma è di bagnare bene la punta del Fall dopo averci legato il Cracker e farlo asciugare bene.
Se vi dovesse servire di sostituire un Cracker può esservi di aiuto questo disegnino:

Share